morti biancheNegli anni 2008 e 2009 quasi tutte le settimane i giornali avevano tra le prime pagine storie di persone morte sul lavoro, le cosiddette “morti bianche”. Questo termine indica proprio un incidente mortale capitato sul lavoro. Parliamo di numeri: secondo i rapporti INAIL nel 2008 gli incidenti mortali sul lavoro sono stati 1100, numero che fortunatamente vediamo calare negli anni dopo.

Morti bianche, purtroppo non sono solo un vecchio ricordo

Già nel 2012 si riscontra una diminuzione del 23%, constatando 790 casi. Ma la nostra domanda è: solo perché non si parla più delle morti bianche, queste hanno cessato di essere? La risposta è no. Ci siamo informati sul blog “caduti sul lavoro” che ha pubblicato i dati INAIL aggiornati dal primo gennaio al 23 ottobre 2015 constatando ad ora un numero di 570 lavoratori deceduti sul lavoro. Un numero che arriva quasi a dimezzare i dati del 2008 e che è in diminuzione costante.

Nonostante la diminuzione delle morti non ci si può che chiedere come mai queste 570 anime siano tenute quasi segretamente chiuse nel dolore delle famiglie. Viene quasi da pensare che i telegiornali, molto di più che i giornali seguano “mode” particolari nelle decisioni riguardo i servizi da proporre. Forse una persona deceduta sul lavoro potrebbe non fare scalpore quanto qualche incidente pericoloso finito male ma vogliamo ribadire che solo ricordando  chi non c’è più e perché non c’è più si può evitare che questi 570 non diventino un numero maggiore. Sicuramente i controlli e gli obblighi dell’utilizzo dei DPI hanno favorito questa decrescenza; per questo speriamo in un futuro con numeri sempre inferiori.

Fiorentina RomaL’assoluto big match per quel che riguarda la nona giornata di campionato è sicuramente quello che vedrà contrapposti allo Stadio Artemio Franchi la Fiorentina e la Roma, ovvero la prima della classe contro la seconda (a pari punti con l’Inter).

Sarà una partita decisamente particolare per Mohamed Salah, che sicuramente, dopo quanto successo questa estate, non sarà accolto nel migliore dei modi, giusto per usare un eufemismo, dai suoi ex tifosi della Curva Fiesole.

Le due squadre arrivano a questa sfida con uno stato d’animo quasi uguale: la squadra di Paulo Sousa, dopo un inizio di stagione a dir poco brillante, che l’ha proiettata direttamente in testa alla classifica, è incappata in due sconfitte consecutive tra campionato ed Europa League.

Fiorentina in cerca di riscatto dopo due ko

Domenica scorsa, infatti, i Viola sono stati battuti al San Paolo da un Napoli in forma straordinaria (come confermato anche dal turno di coppa) al termine di una gara giocata ad un livello tecnico eccezionale da entrambe le formazioni. A sorpresa, però, è arrivata anche la sconfitta in casa contro il Lech Poznan per 2 a 1 in Europa League, che ha complicato ulteriormente i piani della squadra toscana. Che l’ondata di entusiasmo (tanto che c’è già chi parlava di Scudetto) sia già terminata? Quel che è certo è che la partita di domenica contro la Roma sarà un bel banco di prova per la Fiorentina, che, è giusto ricordarlo, è ancora la capolista del campionato.

Roma, allarme difesa

La Roma, invece, è distante solo una lunghezza dalla Fiorentina, occupando attualmente la seconda posizione in classifica. Nell’ultima partita disputata in Champions, i giallorossi hanno evidenziato ancora quei problemi di concentrazione, soprattutto per quanto riguarda la fase difensiva, che è un po’ il leitmotiv di questo inizio di stagione. E il fatto di aver subito quattro goal contro il Bayer Leverkusen, una squadra tutto sommato organizzata, ne è una dimostrazione.

Il fatto che più preoccupa è che contro i tedeschi, la squadra di Garcia non sia riuscita a mantenere un livello di attenzione adeguato per tutta la durata della partita, facendosi sorprendere proprio quando la partita, sul 4 a 2, sembrava essere definitivamente chiusa.

Ed è proprio questo uno degli aspetti che i giallorossi dovranno per forza di cose migliorare per fare il salto di qualità che tutti i tifosi si aspettano per poter puntare veramente a qualcosa di ambizioso.

Insomma, sarà una partita che dirà molto su quello che sarà il futuro di entrambe le squadre, che faranno di tutto per portare a casa quei tre punti che potrebbero risultare fondamentali per il proseguimento di stagione.

lavorare-con-passioneA volte ci si chiede come si vivrebbe senza avere una passione, un hobby, un’attività a cui dedicarsi nei momenti non lavorativi e di vacanza.

Riposarsi fa bene (e su questo siamo d’accordo tutti), ma è importante non cadere mai nell’ozio e nella totale apatia. Proprio per questo, ogni persona, nutre un interesse, più o meno forte, verso qualcosa che possa allietare e riempire le sue giornate e i suoi periodi del giorno “morti”.

Passione ovunque

Dalla lettura ad ogni tipo di attività sportiva, da passeggiate in splendidi luoghi immersi nella natura alla mountain bike: ognuno cerca di trovare il proprio spazio e la propria realtà: momenti in cui ci si sente se stessi ed in cui poter esprimere tutta la creatività, le abilità o addirittura le paure più intrinseche.

Potersi sentire realizzati, riuscire bene in qualcosa che non siano le cose dovute legate alla quotidianità (come il proprio lavoro), dimostrare a se stessi di essere bravi in qualcosa è un forte stimolo per la personalità e per la mente di ciascuno di noi: questa tesi è stata fortemente sostenuta anche da uno studioso di psicologia e sociologia come Maslow, che nella sua piramide dei bisogni citava i cosiddetti “bisogni di autorealizzazione”, dando loro enorme importanza.

Per questo, quindi, tutti dovrebbero avere un’attività in cui sentirsi liberi di esprimere, in un certo senso, i propri ideali e le proprie fantasie, per non sentirsi oppressi dalle difficoltà e dagli impegni che la vita di tutti i giorni riserva a ognuno di noi.

malesiaDomenica in Malesia andrà in scena il penultimo appuntamento per quanto riguarda il Mondiale MotoGP.

Dopo la spettacolare gara della scorsa settimana a Philip Island, riprende dunque il confronto fra i due contendenti al titolo Mondiale, Valentino Rossi da una parte e Jorge Lorenzo dall’altra.

Il secondo posto dello spagnolo e il quarto dell’italiano nell’ultimo GP ha consentito a Lorenzo di avvicinarsi ulteriormente al compagno di squadra: ora sono solamente 11 i punti che dividono i due rivali.

Decisive dunque saranno le ultime due gare, con VR46 che potrebbe già festeggiare il Titolo proprio in Malesia, evitando così di doversi giocare tutto in terra “nemica”, in Spagna, a Valencia, nell’ultimo GP del campionato.

Se Valentino, infatti, riuscisse a guadagnare 15 punti su Lorenzo, infatti, potrebbe vincere il suo decimo titolo, proprio sulla pista che gli ha portato via uno dei suoi più grandi amici, Marco Simoncelli, quattro anni fa. Non sarebbe affatto male poter dedicare la vittoria del Mondiale proprio al Sic, uno di quei piloti rimasti nel cuore di tutti i tifosi di motociclismo.

I precedenti

Sono ben 6 le vittorie di Rossi in Malesia nella classe regina, mentre Jorge Lorenzo non ha mai vinto, in Moto GP, sul circuito di Sepang: lo scorso anno fu Marquez a vincere, mentre secondo arrivò Rossi e terzo lo spagnolo della Yamaha.

Nei due anni precedenti, invece, il vincitore fu Dani Pedrosa: nel 2013 Lorenzo riuscì a battere Rossi conquistando il podio, mentre nel 2012, Valentino finì quinto (erano i sciagurati dell’avventura in Ducati) e JL secondo.

Nel 2011 la gara fu annullata dopo il tragico incidente occorso al povero Simoncelli, mentre l’anno prima fu proprio Valentino a vincere (l’ultimo successo dell’italiano in terra malese risale appunto al 2010).

Nel 2009 Rossì arrivò terzo a discapito proprio di Lorenzo che non riuscì a conquistare il podio, mentre l’anno precedente Lorenzo, al suo esordio in MotoGP uscì per un incidente e fu Valentino a salire sul gradino più alto del podio.

Orari e diretta tv

Il GP della Malesia sarà trasmesso in diretta esclusiva da Sky, mentre in differita su Cielo e MTV. Le qualifiche della MotoGP si svolgeranno sabato a partire dalle 8.10 con la Q1, mentre la gara inizierà domenica alle 8 (su Cielo e MTV andrà in onda alle 12).

Questo il programma completo:

  • Venerdì 23 ottobre 2015

03:55 – Prove Libere 1 MotoGP

08:05 – Prove Libere 2 MotoGP

  • Sabato 24 ottobre 2015

03:55 – Prove Libere 3 MotoGP

08:10 – Qualifiche (8:10 Q1, 8:35 Q2)

  • Domenica 25 ottobre 2015

08:00 – Gara MotoGP (in differita alle ore 12:00 su Cielo e MTV)

inglese linguaCome tutti sanno, al giorno d’oggi, di fondamentale importanza è la conoscenza della lingua inglese per diversi motivi: poter comunicare con gente proveniente da tutto il mondo, ampliare i propri orizzonti della conoscenza e, per ultimo, poter viaggiare liberamente.

L’universalità della lingua inglese porta, ogni giorno, milioni e milioni di persone ad intraprendere un percorso di apprendimento per poter parlare fluentemente la lingua anglosassone. Gente di ogni età e parte del mondo è attratta dall’idea di poter comunicare in maniera efficace in qualsiasi luogo, in qualsiasi momento e con qualsiasi persona incontri.

Sicuramente più facile di alcune altre lingue (fra cui anche l’italiano) da un punto di vista grammaticale e verbale, la vera e propria difficoltà sta nelle pronunce e nel riuscire a gestire un vocabolario che certamente contiene numerosissime terminologie che, però, vengono usate costantemente anche nel lessico quotidiano (social network, like e chat sono solo alcuni dei neologismi provenienti da America e Inghilterra).

Lingua inglese? Non solo

A far sempre più concorrenza a questa lingua è, sicuramente, la lingua cinese: il problema, purtroppo, sta nella difficoltà di pronuncia, ma anche di scrittura (servono, infatti, veri e propri studi di calligrafia) con gli “infiniti” ideogrammi e simboli presenti.

La via più semplice sembra, per questo, l’imparare la lingua inglese, sicuramente più accessibile per i motivi visti precedentemente.

Studiare una lingua nuova vuole anche dire tenere allenata la propria mente ed il proprio intelletto, riuscendo a mantenere una sorta di elasticità delle proprie attitudini dell’apprendimento.

So, let’s go Italy! Let’s study English!

1421681038-cristianoronaldoNon solo in Italia, ma nel weekend si è tornato a giocare anche nei maggiori campionati in Europa, ossia Liga, Bundesliga e Premier League.

Liga

In Spagna vittoria per tutte e quattro squadre in testa al campionato. Il Real Madrid di Rafa Benitez si è sbarazzato del Levante senza particolari problemi per 3 a 0, grazie alle reti messe a segno da Marcelo, dal solito Cristiano Ronaldo e infine da Jese. I

In serata è arrivata la risposta del Barcellona, che ha sconfitto per 5 a 2 il Rayo Vallecano, grazie ad uno strepitoso poker messo a segno da uno scatenato Neymar (le prime due reti le ha realizzate su rigore). A chiudere i conti ci ha pensato Suarez su assist, manco a dirlo, dello stesso Neymar. Per gli ospiti inutili i goal di Guerra (che aveva addirittura aperto le marcature) e di Jozabed.

Continua a stupire invece il Celta Vigo, in testa al campionato insieme alle altre due super potenze del calcio spagnolo a quota 18 punti: vittoria per 2 a 1 sul campo del Villareal all’ultimo secondo grazie alla rete messa a segno da Nolito proprio a pochi istanti dal termine della gara. Nulla ha valso per il Villareal il goal di Suarez che aveva momentaneamente risposto a Orellana.

Distaccato di due punti dalle tre capo classifica c’è l’Atletico Madrid di Simeone, vittorioso in trasferta contro la Real Sociedad per 2 a 0. Da segnalare in questo match, oltre alle espulsioni di Jonathas e Reyes negli ultimi cinque minuti del match, la rete realizzata da Griezmann, il quale, dopo aver percorso buona parte del campo in solitaria appoggia in rete con un delizioso pallonetto.

Bundesliga

In Germania, invece, il Bayern continua a vincere: contro il Werder Brema è arrivato il nono successo consecutivo in altrettante partite (1 a 0 il risultato finale in favore dei bavaresi). La squadra di Guardiola è uno schiacciasassi e anche quest’anno non sembra essercene per nessuno.

Dietro al Bayern, ma distaccato di ben 7 punti, c’è il Borussia Dortmund, comunque vittorioso per 2 a 0 sul campo del Mainz grazie alle reti di Reus e Mkhitaryan.
Per quanto riguarda le avversarie delle italiane in Champions, invece, il Leverkusen, che in Europa affronterà la Roma, ha pareggiato 0 a 0 contro l’Amburgo, mentre il Borussia Monchengladbach ha vinto addirittura per 5 a 1 in trasferta contro l’Eintracht Francoforte, conquistando in questo modo la quarta vittoria consecutiva.

Premier League

Termina 0 a 0 il primo incontro di Klopp sulla panchina del Liverpool: i Reds, infatti, non sono riusciti ad andare oltre ad uno scialbo pareggio senza reti contro il Tottenham di Pochettino.

Vittoria perentoria per 5 a 1 del Manchester City contro il Bournemouth, con uno Sterling impressionante autore di una splendida tripletta. Gli altri due goal li ha realizzati Bony, mentre la rete della bandiera per gli ospiti l’ha messa a segno Murray.

Bella vittoria in trasferta anche per il Manchester United, diretto inseguitore dei Citizens (2 soli punti dividono le due squadre di Manchester), che ha battuto 3 a 0 l’Everton grazie a Schneiderlin, Herrera e Rooney.

Stesso risultato anche per l’Arsenal, che ha sconfitto il Watford con tre reti messe a segno da Sanchez, Giroud e Ramsey nel giro di 12 minuti: anche i Gunners ora sono appaiati allo United in seconda posizione a quota 19 punti.

E’ tornato al successo, infine, anche il Chelsea di Mourinho che ha vinto 2 a 0 contro l’Aston Villa (Diego Costa e autogoal di Hutton) allo Stamford Bridge: che possa cominciare la rimonta per la formazione allenata dallo Special One?

social-media-marketing-tipsDati alla mano, il numero di utenti dei Social Network ogni giorno viene incrementato da continue iscrizioni sulle piattaforme più utilizzate a livello mondiale, per la diffusione di foto, immagini, pensieri e contenuti di ogni genere.

Data la grande affluenza, da anni ormai, numerose imprese utilizzano questi mezzi di diffusione con vere e proprie attività mirate, fino a far definire questo atteggiamento come una reale ala del marketing: il Social Media Marketing nasce infatti dall’occasione generata da questi siti per far conoscere, apprezzare e sperimentare la propria azienda o i servizi offerti da essa.

Gli imprenditori sbarcano sui social network

Facebook, Twitter, Instagram e Pinterest sono solo alcuni fra i nomi più conosciuti e che vedono sbarcare ogni giorno numerosi imprenditori con l’obiettivo di diffondere le proprie idee, i propri sogni ed i propri ideali.

Si tratta, a tutti gli effetti, di campagne pubblicitarie che ogni giorno intasano bacheche intere degli utenti iscritti e che, proprio grazie (o a causa, dipende dagli apprezzamenti) a questo, ottengono migliaia di visualizzazioni.

Proprio in questo campo sta la capacità e la bravura del manager che, avendo pochissimi margini d’errore, deve cercare in ogni modo di riuscire a trasmettere i contenuti più importanti in maniera chiara, efficace e, nel limite del possibile, “attraente”, spingendo gli osservatori ad interessarsi alla sua politica aziendale ed a visualizzare.

Messaggi poco invitanti e troppo insistenti, però, possono provocare l’effetto opposto a quello desiderato, allontanando possibili acquirenti ed investitori.

Sicuramente è una branca del marketing ancora in via di definizione e di studio che, se utilizzata in maniera opportuna, può portare risultati davvero rilevanti.

hamsikurlo1Non solo Champions, ma giovedì torna l’appuntamento anche con l’Europa League: le tre italiane, Napoli, Lazio e Fiorentina sono ancora pienamente in corsa per il passaggio del turno.

Napoli, sfida d’alta classifica

Sfida al vertice per i partenopei, che dovranno affrontare l’insidiosa trasferta in terra danese contro il Midtjylland, autentica rivelazione del girone D: le due squadre, infatti, sono in testa al proprio raggruppamento a punteggio pieno, con sei punti conquistati in due partite.

La squadra di Sarri, infatti, ha battuto a domicilio il Club Brugge con un perentorio 5 a 0 all’esordio e si è poi ripetuta anche nella seconda giornata contro il Legia Varsavia, sconfitta per 2 a 0. Insomma, andamento di tutto rispetto per gli azzurri, che vogliono mantenere questo ottimo stato di forma.

Se il Napoli ha mantenuto le attese, il Midtjyalland, invece, rappresenta la vera sorpresa di questo inizio di Europa League, a dimostrazione di quanto il livello di gioco si sia equilibrato, tanto che anche squadre provenienti da paesi calcisticamente meno sviluppati sono in grado di dire la propria. Quel che è certo è che i danesi vorranno continuare a stupire, anche al San Paolo.

Lazio di scena all’Olimpico

Impegno casalingo invece per i biancocelesti, che all’Olimpico ospitano i norvegesi del Rosenborg, ancora alla ricerca della prima vittoria in questa competizione.

Dopo il beffardo pareggio subito all’ultimo istante dal Dnipro, finalista dell’ultima Europa League, nella prima giornata, la squadra di Pioli si è ripresa nel secondo turno, grazie alla vittoria sofferta per 3 a 2 contro il Saint-Etienne. In caso di vittoria, dunque, la Lazio potrebbe scappare in classifica, raggiungendo quota 7 punti in 3 partite, un bottino di tutto rispetto.

Ma di fronte avrà comunque una squadra ostica, desiderosa ad ogni costo di trovare il primo successo in questa Europa League: il Rosenborg, infatti, è fermo ancora quota 1 punto, ottenuto dopo il pareggio nella partita contro i francesi. Proprio per questo motivo i norvegesi non possono permettersi un ennesimo passo falso se vuole avere ancora qualche chance di qualificazione.

Fiorentina in cerca di riscatto in Europa League

Match in casa anche per la squadra allenata da Paulo Sousa, che allo stadio Atemio Franchi ospiteranno il Lech Poznan.

Dopo il passo falso contro il Basilea (ex squadra proprio del tecnico portoghese, tra l’altro) al debutto, i Viola hanno conquistato i tre punti contro il Belenenses, sconfitto con un ottimo 4 a 0 in Portogallo. L’obiettivo dei toscani dunque è quello di dare un ulteriore scossone alla classifica, in modo tale da evitare qualsiasi tipo di pericolo per quel che riguarda il passaggio del turno.

Ma esattamente come il Rosenborg contro la Lazio, anche il Lech Poznan, che ha un solo punto in classifica (pareggio a reti bianche contro il Belenenses nella prima giornata), ha la volontà di vincere soprattutto per non perdere il treno qualificazione.

Sarà dunque una sfida aperta fra queste due formazioni, con la Fiorentina sulla carta favorita, anche in virtù di quello che di buono ha fatto vedere in campionato.

amore-per-caniQuesto articolo potrà essere capito solo da chi possiede o ha posseduto un animale domestico.

Da sempre l’amore e l’amicizia degli amici a quattro zampe viene considerato il più puro e disinteressato al mondo, capace di offrire gioie quotidiane e soddisfazioni inspiegabili.

Il cane e l’amore

Celebre, in queste ultime settimane, il video (ormai divenuto virale e con milioni di condivisioni e visualizzazioni) di un cane che si scusa col padrone dopo avergli disobbedito ed aver tentato di fare una buca nel suo divano.
Questo filmato mostra un’umanità, una correttezza ed una purezza che difficilmente possono essere riscontrate in qualsiasi essere umano (ATTENZIONE: senza alcuna distinzione di sesso, età o nazionalità).
Il cane sembra essere affranto e dispiaciuto non tanto per il suo comportamento, quello no e probabilmente farà altri “errori” (se così si possono davvero chiamare), quanto per aver dato dispiacere e aver fatto arrabbiare il suo compagno di vita.

Da nessuno, e sottolineo il NESSUNO, si potrà mai ricevere tanto senza dover, al contrario, dare ciò che a molte altre persone o cose di dedica (tempo, attenzioni, affetto…).

Comunque vada, il tuo cane sarà sempre e comunque al tuo fianco.

Fuga ItaliaMolti giovani, delusi dalle scarse opportunità lavorative che ormai l’Italia riesce ad offrire, pensano di trovarsi costretti ad abbandonare il proprio paese per inseguire i propri sogni.

Purtroppo, in questa maniera, non si fa altro che alimentare la mancanza e la povertà di idee che già da tempo caratterizza la nostra nazione.

Non ci si rende conto che è proprio questo uno degli atteggiamenti più sbagliati: fuggire di fronte alle difficoltà e non provare nemmeno a risollevarci mettendocela tutta, portando avanti progetti reali e sogni nel cassetto.

Molte aziende chiudono a causa della crisi, ma allo stesso tempo molte aprono, proponendo idee innovative ed originali e cercando una propria “fetta” di mercato in cui posizionarsi e in cui poter, magari un giorno, sfondare.

Non ci si può demoralizzare o fermare al primo ostacolo ed alla prima difficoltà, bisogna combattere con ogni mezzo e riuscire nei propri intenti.

Facchinetti e StonexOne

Un esempio celebre al giorno d’oggi è la ditta StonexOne da poco inaugurata e guidata da Francesco Facchinetti: in un settore difficile come quello della tecnologia, in particolare nel campo degli smartphone, sono riusciti a distinguersi con un prodotto totalmente “Made in Italy” che ha avuto molto successo soprattutto fra gli italiani e fra i giovani.
Un progetto fresco ed ambizioso, che ha dimostrato come in Italia tutto sia possibile e come servano solo determinazione ed impegno per realizzarsi.

Poi, ovviamente, la fuga dalla nazione è una cosa che è sempre avvenuta e che sempre avverrà, ma non per questo le nuove generazioni non devono essere motivate a fare carriera proprio qua, nella nostra stupenda penisola.

Categories