Broker ForexLa differenza principale tra un trader di Forex esperto ed un principiante è data dalla padronanza con la quale si gestiscono le funzioni dell’interfaccia: più elevata sarà l’esperienza e la competenza dell’utente, più alta sarà la possibilità di realizzare dei profitti e minimizzare le perdite. Chi si affida solamente agli strumenti di base, come la funzione di vendita e di acquisto dei CFD valutari, non potrà accedere alle operazioni più avanzate e i segnali (su iForexBroker si può approfondire il discorso: http://www.iforexbroker.eu/segnali-forex.php) con i quali si potranno elaborare delle strategie di guadagno. Sono numerosi i trader alle prime armi che trascorrono ore di fronte alla piattaforma del Forex, cliccando in maniera casuale sui pulsanti  “buy” o “sell” per lasciarsi guidare esclusivamente dall’impulso del momento e, in fin dei conti, improvvisando continuamente.  Non ci si deve perciò sorprendere quando le statistiche ci dicono che la maggior parte degli utenti che apre un conto prosciuga il deposito versato dopo poche settimane di trading.

Al fine di realizzare dei piani di azione validi, sarà essenziale in un primo tempo studiare gli scenari finanziari ed il loro sviluppo, grazie agli strumenti di analisi tecnica e la corretta interpretazione delle visualizzazioni grafiche. Tramite queste attività si potranno individuare le tendenze in atto, identificando quei cross che presentano maggiore volatilità e sui quali vale la pena operare per aggiudicarsi dei validi profitti. In secondo luogo, si potranno elaborare le strategie, utilizzando le funzioni più avanzate della piattaforma: con le opzioni del trading automatico, si potranno delineare dei piani da attuare nel medio o lungo termine, in modo tale da entrare e uscire nei mercati a seconda del verificarsi di determinate condizioni. Con il “take profit”, ad esempio, si potrà chiudere automaticamente una posizione lunga allorquando il valore di una quotazione di un cross valutario raggiunga un prezzo fissato in precedenza: così facendo, si potrà incassare un guadagno senza correre il rischio di perdere una buona occasione di profitto, anche quando si è lontani dall’interfaccia o durante le ore notturne, quando si opera su scenari finanziari attivi negli altri continenti. Un ulteriore strumento di trading automatico è quello dello “stop-loss”, con il quale si potranno limitare le perdite in caso di andamento sfavorevole delle quotazioni. Queste due funzioni possono essere combinate tra loro, o possono essere integrate da altri comandi ancora più sofisticati, in modo tale da rendere più complete ed efficienti le strategie da attuare nel Forex.